Rassegna Stampa

Cosa succede in caso di violazioni del RPD?

In caso di violazione sul trattamento dei dati personali da parte dello studio medico odontoiatrico, il RPD non è penalizzato dal comportamento illecito del tutelato, in quanto figura autonoma di garanzia (Art. 38, Par. 3 GDPR). Tuttavia, il RPD risponde della mancata realizzazione dei...

Cosa succede in caso di violazioni dello studio?

Il RPD non risponde personalmente delle violazioni commesse dallo studio, poiché spetta a chi applica il trattamento dei dati personali rispettare la normativa (Art.24 GDPR), quindi a chi effettivamente ha accesso ai dati dei pazienti, modifica o inserisce dati fiscali e di salute su un...

Chi deve tenere il registro delle attività sui dati?

Il GDPR all’Art. 30 prevede che sia il titolare del trattamento dei dati stesso a tenere traccia delle attività svolte sui dati e ad elaborare un report. Tuttavia, le linee guida elaborate dal Gruppo di Lavoro della Commissione Europea sostengono che è prassi comune affidare questo compito al...

Che cos’è il registro delle attività?

Il nuovo regolamento europeo sul trattamento dei dati personali impone che chi applica un qualsiasi trattamento sui dati tenga un registro delle attività di trattamento svolte (Art. 30 GDPR). In poche parole, si tratta di un registro dove vengono rendicontati i processi e le attività...

Che tipo di controllo applica il RPD sullo studio?

l RPD è responsabile di controllare la conformità dello studio rispetto al nuovo regolamento europeo sul trattamento dei dati personali (Art. 39, Par. 1 GDPR). Il monitoraggio sui dati raccolti dallo studio dovrà avvenire in modo sistematico, lo stesso varrà per la conformità delle...

Quali sono le responsabilità del RPD?

L’attività principale del RPD è il mantenimento della conformità al nuovo regolamento europeo sul trattamento dei dati personali all’interno dello studio medico, odontoiatrico e professionale (Art. 39 GDPR). Le misure prese dal RPD saranno conseguenti ad un’apposita valutazione di...

Si può nominare un RPD esterno allo studio?

La funzione di RPD può essere svolta da un fornitore esterno di servizi e non deve necessariamente essere un dipendente effettivo dello studio medico-odontoiatrico, purché la funzione sia esercitata sulla base di un contratto stipulato tra il titolare dello studio ed una persona...

Dove deve essere localizzato il RPD?

Il RPD deve essere sempre facilmente accessibile dallo studio (Art. 4 GDPR), tuttavia il nuovo regolamento europeo sul trattamento dei dati personali non impone dei limiti concreti di localizzazione del responsabile nominato.  

Chi è obbligato a nominare un RPD?

La nomina del RPD è obbligatoria per tutte le autorità pubbliche, nonché per le attività il cui esercizio comporta la manipolazione di dati in larga scala per speciali categorie di dati, tra i quali i dati sanitari (Art. 37, Par. 1 GDPR). Nel testo del GDPR non viene specificata la...

Cosa è un RPD?

Il Responsabile della Protezione dei Dati Personali (RPD) è una nuova figura designata dal titolare dello studio medico, odontoiatrico e professionale (cioè il principale responsabile del trattamento dei dati), responsabile di aiutare lo studio a mantenersi conforme alle nuove...

<< 6 | 7 | 8 | 9 | 10 >>